“Mi piace se ti muovi”

Come dietista sono sempre stata contraria alle dieta, ed è un problema esistenziale non da poco, ma se ne occuperà a tempo debito il mio analista.
E’ uno strumento diabolico, signori: riduciamo l’introito di calorie e nutrienti e così facendo abbassiamo la nostra capacità di consumo, condizione perfetta per aumentare di peso; e quindi torniamo a ridurre l’introito di calorie e nutrienti, ad abbassare la nostra capacità di consumo e così via.
Tutto questo è talmente sospetto che, quando se ne accorgerà Giulietto Chiesa, sosterrà la tesi complottista che le diete sono state inventate dalle dietiste per avere sempre più soggetti in sovrappeso a cui fare diete.

La logica con cui il corpo reagisce alla riduzione calorica è una logica di sopravvivenza: se introduco sempre meno calorie, lui, che deve garantire tutte le funzioni lo stesso, si mette a consumare meno.
Se io introduco a volte troppo e a volte troppo poco, lui non fa la media matematica: alla lunga tara il consumo sull’introito più basso, perché deve essere sicuro di svolgere tutte le sue funzioni anche nell’eventualità di avere poche risorse a disposizione.
E più volte lo faccio – di ridurre l’introito calorico – più lui, il corpo, diventa rapido nella risposta di adattamento metabolico, macchina meravigliosamente efficiente che non è altro!

Dieci anni fa parlare di adattamento metabolico creava stupore; oggi lo sanno tutti, ma non cambia l’approccio alla gestione del peso: prevalentemente, disperatamente, inspiegabilmente solo dieta.
Ma siamo organismi che non consumano più: le tipologie di lavoro sono cambiate, sempre seduti, sempre per più ore ; anche i lavori di casa sono sempre meno dispendiosi, e per uscire usiamo rigorosamente macchina o scooter eh, chè d’inverno fa freddo, d’estate fa caldo, in autunno piove e in primavera ho l’ allergia; e c’ho i bambini da guardare, che non verrebbero di sicuro fuori con me, ma anche quella volta che non ci sono, fatalità, non esco a camminare; e non ho mai tempo libero, ma se ce l’ho mi sposto in macchina, treno, metro, autobus e vado in quel localino carino e mi siedo a fare due chiacchiere con la mia amica; e poi no, quando torno da lavoro sono troppo stanco per una passeggiata di 30 minuti! ma 4 ore davanti al pc a navigare in rete non me le toglie nessuno.

Non ci giro attorno: bisogna assolutamente invertire la tendenza.
Guardando noi, i nostri muscoli timidi, il nostro grasso invadente.
Osservando come le diete che una volta vi facevano dimagrire ora hanno meno efficacia, perché non consumiamo più.
Notando come le figlie consumino meno delle madri, che almeno quando erano giovani si muovevano e l’organismo se ne ricorda.
Ed è soprattutto per i nostri figli e per il loro peso crescente che dobbiamo agire subito.
Ora.
NowWeMove è la campagna europea senza fini di lucro che celebra e promuove il movimento in ogni sua forma e si propone di avere 100.000 europei in più attivi nello sport e nell’attività fisica entro il 2020.
Se rappresentiamo un’associazione, una scuola, un comune, una struttura nazionale o internazionale, possiamo diventare Move Agent e creare un evento sportivo per la Move Week, dal 7 al 13 ottobre.
I dati degli studi effettuati da 30 anni a questa parte dimostrano con chiarezza che l’effetto preventivo e positivo di un’attività fisica moderata come camminare a passo spedito ad una velocità fra 4 e 5 km/ora per mezz’ora al giorno: è uno sforzo sostenibile a tutte le età ed è facilmente compatibile con le abitudini di vita, quindi, anche se il fitness non è proprio il nostro mestiere, potremmo diventare Move Agent con questo obiettivo, creare un gruppo di cammino e potenziare non solo la nostra salute, ma anche quella degli altri, nella fattispecie ottenendo:

• Miglioramento dell’umore e riduzione dell’ansia.
• Aumento dello stress positivo, quello che porta all’eccitazione fisica e mentale, al senso di benessere e alla creatività, e riduce lo stress negativo, che scatena sentimenti come la paura, la preoccupazione e lo scoraggiamento. Controllare lo stress è la chiave per superare e sfruttare le situazioni positive e affrontare quelle negative.
• Riduzione della concentrazione di trigliceridi (e aumento di quella del colesterolo HDL, quello buono), della resistenza all’insulina, della pressione arteriosa diastolica a riposo, dei i livelli plasmatici di citochine infiammatorie.
• Aumento della massa muscolare e della densità scheletrica, non solo per facilitare le attività quotidiane, ma per prevenire danni fisici e incidenti e avere più massa metabolicamente attiva, quella che consuma anche a riposo;
• Miglioramento del sistema aerobico, semplicemente perché ce lo fa usare di più, lo allena; e in particolare aumenta la capacità di ossidare i grassi e permette finalmente di ridurre l’ossidazione dei carboidrati – e finalmente il corpo smette di richiederceli sotto forma di “voglia di zuccheri”.
• Miglioramento dell’ ossigenazione di muscoli e ai tessuti e miglior trofismo conseguente (saremo più tonici e con un bel colorito)
• Aumento della densità capillare (la miglior prevenzione e trattamento della cellulite)
• Riduzione dell’appetito se l’attività fisica svolta è intensa

E anche se non abbiamo i requisiti per diventare Move Agent possiamo informarci su quali eventi sono previsti nel nostro territorio attraverso il sito www.nowwemove.com e partecipare.

Ogni mattina una dietista si sveglia e sa che dovrà correre dietro a un paziente per farlo morire di fame
Ogni mattina un paziente si sveglia e sa che dovrà correre o la dietista lo farà morire di fame
Quando il sole sorge non importa che tu sia dietista o paziente, l’importante è che cominci a correre.

nowwemove

Comments are closed.